Artigianato nel Sulcis

L’artigianato nel comune di Carbonia riveste un ruolo determinante a livello economico. Tra le numerose ed operose imprese artigiane spiccano quelle che lavorano nel settore artistico della lavorazione del legno, della ceramica, del vetro dell’oro e dell’argento e dei metalli non preziosi e dei tappeti ,delle pelli.
Per quanto giovane città Carbonia e il suo hinterland ha una notevole tradizione di maestri artigiani che hanno mantenuto alta la qualità e la tradizione per la lavorazione del legno e dei tessuti. Tra questi ricordiamo Ottavio Amaranto che conserva nelle proprie opere in legno tutta la tradizione artistica degli intagliatori sardi, dalle cui mani sono nati mobili che fanno ripercorrere secoli di tradizioni sarde nell’arredo domestico.

La Tradizione dei tappeti Sardi con gli splendidi decori che richiamano antichi disegni della cultura sarda sopravvivono nelle tessitrici di Giba, le quali con passione ed amore per questo antico mestiere creano i loro prodotti su telai in legno tipici della tradizione sarda.
L’antica tradizione che fu introdotta dai Fenici, la lavorazione del vetro, scarsamente presente nella tradizione della Sardegna se non in epoca romana, è stata ripresa dalla Vetreria artistica Sulcitana del maestro artigiano Antonio Puxeddu. Infatti le sue opere presenti in moltissime chiese della Sardegna e d’Italia come pure in molte case sotto forma di specchi, lampadari, finestre è una delle poche realtà italiane specializzate nella lavorazione artistica del vetro.