Associazioni di volontariato

Biblioteca Circolo Sociale Comunità Ecclesiastica Gruppo Sportivo
 grulog2.gif (6184 byte)

Chi siamo

A causa della sua posizione, tra colline e pinete, Poggio dei Pini è esposto da sempre al pericolo degli incendi. Fino a qualche anno fa, quando c'era una emergenza la si combatteva con la "chiamata alle armi" della popolazione (tramite il suono della sirena) e la partenza dell'autobotte, guidata dalle guardie giurate. Era quindi normale vedere gruppi di abitanti che cercavano di fermare il fuoco, armati di frasche, pale e di altri oggetti assolutamente non idonei. Nell'estate del 1988, quattordici giovani abitanti di Poggio, stanchi di affrontare il fuoco in maniera cosi' improvvisata, pensarono di dare vita ad una associazione organizzata che avrebbe permesso loro di agire con maggior coordinazione, sicurezza ed efficacia. Fu cosi' che nacque l'associazione di volontari cui fu dato il nome di GRUSAP (Gruppo Salvaguardia Ambiente Poggio dei Pini), associazione che successivamente fu legalmente riconosciuta (inizialmente congrulog.gif (5024 byte) l'atto notarile di costituzione e successivamente con l'iscrizione al Registro Generale del Volontariato Regionale). L'attività principale del GRUSAP è la campagna antincendio estiva portata avanti, in collaborazione con le autorità preposte, senza interruzioni dal 1989 ad oggi. La prima campagna (1989) si svolse con pochi mezzi (un F3 messo a disposizione dalla Provincia), oggi possiamo invece contare su di un Bremach ed un fuoristrada Land Rover. Le nostre squadre operative possono affrontare oggi gli incendi muniti di attrezzature idonee, come tute ignifughe, scarponi, maschere antifumo, atomizzatori ect. Adesso un po' di numeri: nelle passate sette campagne il GRUSAP ha fatto 664 giornate di prevenzione ed è intervenuto a domare 268 incendi, inoltre contro il fuoco abbiamo allestito una vedetta stagionale nelle montagne di Poggio, l'associazione può contare su circa 100 soci. Oltre alle campagne antincendio il GRUSAP ha, nel corso degli anni, proposto, per autofinanziarsi, iniziative di diverso genere. Alcune sono state a carattere strettamente ambientale, quali la "festa dell'albero", la "giornata ecologica", altre di tipo socioculturale come feste, cene, concerti, conferenze e cosi' via.
Il GRU.S.A.P. è iscritto sin dal 1993 ( anno d' istituzione L.R.13-9-1993 ), al N° 31 del Registro Generale del Volontariato della Regione Sardegna nel Settore Ambiente, Sezione Protezione Civile.
Negli ultimi due anni inoltre diversi rappresentanti dell'Associazione hanno preso parte ai Corsi di Formazione ed Aggiornamento per Volontari organizzati dall'Assessorato Regionale alla Difesa dell'Ambiente permettendo così un miglioramento delle tecniche operative in diversi settori quali: Antincendio, Ricerca persone disperse e Trasmissioni radio.
A tutt'oggi all'interno dell'associazione si sono avvicendati quattrocentodiciotto soci di cui quarantuno hanno ricoperto anche la carica di Consigliere. Oggi i soci sono un'ottantina per lo più sotto i trent’anni e quasi tutti operativi durante la Campagna Antincendio e le attività invernali.

La sede del GRUSAP si trova a Poggio dei Pini nella zona di Pauliara nella strada n°5, il numero telefonico è : 725628.  

I settori dell'Associazione

- Settore Antincendio

E’ il settore che si occupa di pianificare, organizzare e controllare lo svolgimento della campagna antincendio, nonchè dell’efficienza delle attrezzature utilizzate per l’attività.
Dati i suoi compiti specifici è il settore maggiormente operativo nei mesi estivi.

- Settore Ambientale

Questo settore ha il compito di organizzare tutte le attività collegate alla salvaguardia delle zone verdi, come ad esempio l’impatto ambientale edilizio, l’idrografia, il rimboschimento o la valorizzazione di aree verdi particolarmente danneggiate.
Si occupa inoltre di sensibilizzare la Comunità verso un educazione ambientale sempre più necessaria.

- Settore Sede e Attrezzature

Si occupa della manutenzione della sede e delle attrezzature dell’Associazione, pianifica l’acquisto delle nuove dotazioni.

- Settore Mezzi

Predispone le manutenzioni e i controlli periodici per i mezzi e per i moduli antincendio installati.

 

Dieci campagne antincendio

La lotta contro gli incendi è da sempre l'impegno maggiore e primario per noi soci operativi, a fine Settembre si è infatti conclusa la decima Campagna Antincendio che non ha registrato fortunatamente nessun intervento di rilievo.
Abbiamo ritenuto di farvi cosa gradita illustrando in questa pagina il resoconto delle precedenti Campagne.
Nel 1989 la sede operativa era alle Piscine di Poggio e si operava o con l'ausilio di un mezzo con autista messoci a disposizione dalla Provincia o con i mezzi , auto e moto, di ciascuno di noi. Il primo intervento del GRU.S.A.P. fu effettuato il 18 Luglio , nel territorio di Villa S. Pietro e vi parteciparono sei uomini guidati dal caposquadra Corrado Sulis. Per quanto riguarda gli incendi nel territorio di Capoterra la stagione fu abbastanza tranquilla. Il senso del dovere e forse l'entusiasmo spinsero, la notte del 29 Agosto, sette di noi verso la Gallura dove da quasi due giorni divampava un incendio che causò anche alcune vittime. Purtroppo a causa di un guasto che bloccò una vettura per tutta la nottata alla stazione di servizio di Abbasanta tre operativi dovettero far ritorno in sede senza poter raggiungere la zona.
Nel 1990 , grazie all'aiuto della Soc. Coop. Poggio dei Pini, siamo entrati in possesso del Bremach, dotato di modulo blitz, che continua tuttora a supportare i nostri interventi antincendio. Durante la Campagna Antincendio non ci fu nessun episodio di rilievo, ma per noi volontari del GRU.S.A.P. non fu una stagione semplice tant'è che furono fatti ben quarantatré interventi a fronte di ottantasette giorni di Prevenzione. Causa di tutto questo lavoro probabilmente fu il fatto che fossimo gli unici operativi nel territorio di Capoterra ad essere provvisti di un mezzo dotato di modulo A.I.
L'anno successivo avendo messo da parte qualche milione, grazie alla gestione nelle due stagioni precedenti delle Piscine, il Consiglio decise di partecipare all'asta indetta dalla Croce Rossa Italiana per aggiudicarsi una Fiat Campagnola adatta al trasporto del personale. Il mezzo fu acquistato dal GRU.S.AP. per £. 3.005.345. Cosi come l'anno precedente gli interventi se pur di scarsa rilevanza furono numerosi (cinquantaquattro in novantasette giornate di prevenzione ) sempre per lo stesso motivo.
La testardaggine di alcuni soci ci permise nel 1992 di ottenere il "Rudere"che , ristrutturato dopo anni di abbandono , è ancora oggi la sede operativa della nostra Associazione. La stagione fu molto impegnativa sia per numero di interventi (settantacinque in cento giornate ), sia perché il 4 Settembre avvenne l'incendio più devastante che abbia colpito Poggio dei Pini negli ultimi trent'anni, bruciarono ben 35 ettari e furono evacuate diverse abitazioni, 23 operativi del GRU.S.A.P. furono ininterrottamente impegnati nella zona dalle 17.00 alle 03.00 prima nell'opera di spegnimento e successivamente in quelle di bonifica.
Nel 1993 gli incendi nel nostro territorio sono notevolmente diminuiti cosi come nel 1994, in cui però ci fu un altro incendio di notevoli proporzioni a Poggio dei Pini. Il 7 Luglio infatti bruciarono ben 25 ettari con 45 operativi del GRU.S.A.P. impegnati dalle h. 11.30 alle h. 01.30. Quest'anno fu svolto anche il Servizio di Vedetta.
Con i contributi degli anni precedenti nel 1995 abbiamo acquistato un Land Rover dotato di modulo blitz da 400 litri che ci ha permesso, vista la sua versatilità, di garantire una più capillare prevenzione e un più tempestivo ed efficace intervento sul fronte fuoco. Durante le campagne degli anni 1996 e 1997, non essendoci stati grossi incendi, l’Associazione ha potuto dedicare un maggiore impegno per la formazione del personale, partecipando a diversi corsi Regionali in tema di Antincendio. Negli stessi anni ha svolto anche il Servizio di Vedetta a M.te Pauli Ara.
L’ultima Campagna A.I. si è svolta senza fatti di particolare rilievo, permettendoci una maggiore pianificazione per l’attività invernale e per l’organizzazione del Decennale.
Grazie ai contributi pubblici ricevuti negli ultimi anni, il Gru.S.A.P. ha potuto arricchire le proprie dotazioni acquistando nuove attrezzature individuali come tute, anfibi, cinturoni con roncola, borracce e maschere antifumo, nonché due validissimi strumenti come un autorespiratore con filtro antifumo e un vascone autoreggente da 3.500 lt per il carico dell’acqua da elicottero.

 

Noi vorremmo che ...

Il titolo che abbiamo scelto per questo articolo finale vuole esprimere i nostri desideri per il futuro del Gru.S.A.P., forse un po' i nostri sogni e le nostre aspettative come anche tante cose che avremmo voluto fare ma che per mille motivi non abbiamo mai iniziato.
La nostra associazione è nata per occuparsi dell’ambiente che ci circonda, nei suoi molteplici aspetti e forme, ma per la gravità dei fatti accaduti si è finora occupata principalmente di antincendio.
Da quando questo Consiglio si è insediato, abbiamo sempre parlato dell’attività invernale intesa in modo operativo, e cercando di andare oltre le feste dell’albero e le giornate ecologiche che abbiamo organizzato; il nostro programma cercherà di abbracciare una moltitudine di aspetti legati all’ambiente quali ad esempio il controllo delle discariche abusive, l’impatto ambientale dei nuovi insediamenti, il controllo dell’idrografia nel territorio e la salvaguardia della flora con un censimento iniziale delle specie presenti.
Ci piacerebbe poter avere una sorta di anagrafe degli alberi, per poter controllare e proteggere meglio la loro crescita nonché fornire alla comunità uno strumento dei sicuro interesse per i più o meno esperti.
Sarebbe inoltre fantastico poter attivare una unità di Soccorso in montagna e di ricerca dispersi, come pure una sezione per fornire un eventuale "Consulenza ambientale" a tutti gli abitanti.
L’antincendio verrà sicuramente potenziato con nuovi mezzi e nuove tecnologie che il Gru.S.A.P. acquisterà negli anni a venire, aumentando soprattutto la qualità del controllo del territorio nei mesi estivi.
Tutti questi progetti che ho elencato non sono certo di impossibile realizzazione ma presuppongono un solo fattore che attualmente manca alla nostra Associazione: le risorse umane.
Il Gru.S.A.P. conta oggi poco più di ottanta iscritti, a fronte di una popolazione residente tra Poggio dei Pini e Residenza del Poggio che sfiora ormai le duemila unità, facendo i debiti calcoli questo significa che appena il tre per cento degli abitanti fa parte dei soci Gru.S.A.P. !
E’ un dato quasi sconvolgente che purtroppo non ci consente una crescita e uno sviluppo adeguato alle nostre potenzialità.
Per noi tutti sono utili, i giovani come gli anziani, i ragazzi come le ragazze e i più liberi come i più impegnati.
Non chiediamo di venire ogni giorno in prevenzione o di dedicare al volontariato il tempo rubato alla famiglia o magari ai divertimenti, se ognuno di noi si rendesse disponibile almeno per almeno dieci ore all’anno, forse oggi avrei perso diverse ore per inventarmi qualche programma per il futuro.
Noi vorremmo che....il Gru.S.A.P crescesse ancora di più, ma per fare questo abbiamo bisogno di tutti voi, di un po' del vostro tempo e di tanta buona volontà per sostenere un ideale che ogni giorno ci fa apprezzare la meraviglia dei luoghi dove abitiamo, e dove un domani vorremmo che abitassero i nostri figli.

Andrea Murru
Presidente GRUSAP

Linea Poggio © 1997-1998 - Responsabile: Giorgio Plazzotta
I contenuti appartengono ai rispettivi autori - Tutti i diritti riservati
The contents belong to the respective authors -